La “Lauda” di Respighi come proposta natalizia

By 2 novembre 2019News

Dopo l’apprezzata prestazione vivaldiana al XXVIII Settembre dell’Accademia, il Coro “Marc’Antonio Ingegneri” si sta già preparando per le prossime festività natalizie.
Il maestro Matteo Valbusa ha infatti iniziato la lettura-ripasso della “Lauda per la natività del Signore”, opera per coro ed orchestra composta nel 1930 da Ottorino Respighi per l’Accademia Chigiana e dedicata al conte Guido Chigi Saracini.
Il testo è attribuito a Jacopone da Todi ed è un dialogo fra un Angelo (soprano), Maria (mezzosoprano), un pastore (tenore), un coro di angeli e uno di pastori, accompagnati da un’orchestra formata da due flauti, oboe, corno inglese, due fagotti e pianoforte.
Per il corista la ‘Lauda’ di Respighi è un autentico banco di prova: la sua tessitura musicale presenta infatti parecchi passaggi di notevole difficoltà ‘conditi’ da cambi di tempo e numerose dinamiche.
A questa impegnativa ‘chicca’, che il coro ha già eseguito due volte in passato, si aggiungono altri brani a cappella…

… seguiteci su Facebook per ulteriori aggiornamenti sulle date dei concerti!