08.05.2015 - G. Rossini, Petite Messe Solennelle (Baggio, MI)

Il Coro polifonico “Marc’Antonio Ingegneri” è stato fondato a Verona nel 1979 dal Prof. Arnaldo Petterlini e dal 2004 si è costituito Accademia Musicale Dodekachordon sotto la direzione del Mº Giovanni Petterlini.
Nella sua lunga attività, il Coro ha tenuto numerosi concerti in sedi prestigiose: Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, Chiesa della Pietà di Venezia, Sala Maffeiana di Verona, Basilica di San Flaviano a Montefiascone; nelle città di Como, Brescia, Trento, Mantova, Macerata, Rovigo e nelle principali chiese veronesi (San Zeno, San Fermo, Duomo, San Bernardino e Sant’Anastasia).
Con costante passione e cura per la formazione, il Coro è andato maturando negli anni, fino a raggiungere livelli artistici molto apprezzabili.
Il Coro si è dedicato al repertorio liederistico spaziando da Mendelssohn a Brahms, da Rachmaninov a Bartok, accompagnato dal pianista Filippo Gamba. Significativa è la collaborazione con I Virtuosi Italiani e il Mº Alberto Martini, con i quali il Coro ha eseguito i Vesperae Solennes de Confessore K339 e la Krönungsmesse K317 di W. A. Mozart sotto la direzione di Filippo Maria Bressan e il Dettingen Te Deum HWV 283 di G. F. Händel sotto la direzione di André Bernard.
Da segnalare anche la recente partecipazione ai concerti di Musica e Arte Sacra di Verona e alla Primavera musicale di Baggio (MI).
Fruttuosa inoltre la collaborazione con l’Accademia Filarmonica di Verona per la quale ha tenuto numerosi concerti.
Negli ultimi dieci anni ha affrontato pagine fondamentali della scrittura sinfonico-corale: Große Messe in c-Moll K427 e Requiem K626 di Mozart, Magnificat BWV 243 di J. S. Bach, Gloria RV589 e Magnificat RV610 di A. Vivaldi, Lauda Sion di F. Mendelssohn, Stabat Mater e Petite Messe Solennelle di G. Rossini, Lauda per la Natività del Signore di O. Respighi.
Dal gennaio 2018 la direzione artistica è stata affidata al maestro Matteo Valbusa.